Catherine Austin Fitts ha rivelato il piano segreto della US Navy che prevedeva l’esistenza di vita extraterrestre

Catherine Austin Fitts, un’ex assistente segretario del Department of Housing and Urban Development (HUD), ha svelato che la marina americana commissionò all’Arlington Institute un piano di preparazione strategico idoneo ad affrontare un scenario mondiale futuro che contemplasse l’esistenza di vita extraterrestre. A conferma di ciò la donna aveva già pubblicato lo scorso anno un documento che confermava tale iniziativa e, recentemente, alcuni verbali ufficiali riguardanti un consiglio di amministrazione dell’istituto, risalente all’anno 2000.

Austin Fitts2

Il piano è stato commissionato dal sottosegretario della US Navy ed è stato condotto dall’Arlington Institute. L’obiettivo era quello di preparare la Marina per un mondo in cui gli extraterrestri vivessero tra gli umani. Catherine Fitts ha inoltre dichiarato di aver rifiutato un incontro con un alieno vivente.

Tuttavia l’Arlington Institute attraverso John Petersen, il presidente dell’organizzazione, inizialmente si oppose alle affermazioni della Fitts, negando anche l’esistenza di discorsi in merito al progetto di convivenza con forme di vita extraterrestre. In un secondo momento invece fu ammessa la presenza della Fitts al progetto commissionato dalla Marina. Una grossa confusione mediatica.

Certamente c’è un po di caos attorno a questo progetto e lo scenario futuro potrebbe essere sorprendente. I contenuti del progetto che sono stati rivisti o qualcosa ha fatto cambiare idea ai vertici dell’organizzazione? Il mistero è tangibile su questo piano segreto della Us Navy.

aliens

Rammentiamo che Catherine Austin Fitts e’ l’unica analista politica che parla apertamente del controllo che la breakaway civilization ha sulla società globale. Il suo interesse è scaturito dalla sua esperienza con i conti del governo USA.

“Una parte gigantesca del bilancio sparisce in progetti oscuri – dichiara Catherine Fitts – che pou ufficialmente non esistono, che studiano tecnologie aliene, controllati da gruppi privati. In passato questi progetti venivano chiamati Black Project ma ora fanno parte di un altro contesto Top Secre Ultra. “Mentre collaboravo nel governo, mi era stata offerta la possibilitá di incontrare un alieno di tipo grigio, con il quale gli USA interagivano.

In questa intervista con Greg Hunter fa alcune previsioni piuttosto originali.

Ecco alcune delle dichiarazioni di Catherine Fitts che fanno aprte dell’intervista:

La crescita americana é sostenuta solo dallo stampare dollari della Federal Reserve.

Il governo sta rubando soldi ai cittadini da anni, ma lentamente, senza scosse.

Una nuova economia 3.0 é stata creata con i QUARANTA TRILIONI di dollari che sono stati sottratti dalla break-away civilization all’economia ufficiale. Nei posti come Denver, Salt Like City o Dallas questi soldi sono stati reinvestiti e li l’economia sembra rifiorire. ma senza creare posti di lavoro.

Una parte dell’economia e della popolazione sta collassando da anni. l’aspettativa di vita di un americano senza educazione universitaria é bassissima.

La digitalizzazione fará perdere ancora piú posti di lavoro in tutti i campi (per esempio in quello della salute)la gente in tutto il mondo sta perdendo il lavoro, coloro che lo hanno perdono reddito

Il nuovo modello é diverso da quello dei nazisti, che agivano apertamente con la forza delle armi, mettevano la gente nei campi di concentramento e li facevano lavorare gratis. Negli USA si dichiara la “guerra alla droga”, si arresta un ragazzo perché fuma uno spinello e lo si mette in prigione a lavorare gratis. La differenza é nel marketing che viene usato per raggiungere lo stesso risultato.

Si tratta di un fascismo amichevole.

Il gruppo di controllo é pronto a reagire se la gente si dovesse ribellare alla politica del fuoco lento, anche con la forza. Il cibo é dove la gente si difenderá. Dove le mamme reagiranno.

Oppositori stanno venendo assassinati oggi, non é una cosa del futuro, sta avvenendo da anni. La breakaway civilizaton vuole ricreare il governo, ma prima di farlo vuole estrarre ogni centesimo dalla vecchia struttura. Hanno abbastanza soldi e infrastruttura e tecnologia da governare il mondo su una base privata.

Questo gruppo é potente come mai prima.

Il collasso finanziario non é il problema maggiore, non vi sará un collasso finanziario improvviso, semmai un lento cadere nella povertá di alcune classi social e questo viene definito lo “Slow Burn”, ovvero, il bruciare a fuoco lento della classe media.

Se vogliono mantenere il dollaro possono farlo molto piú a lungo di quanto alcuni pensano. Il vero rischio economico mondiale é la Cina. Se la Cina collassa si tirerá giú tutto il mondo.

Ma se si dovesse arrivare a un collasso coloro che controllano l’economia 3.0 hanno i mezzi militari per proteggersi.

Queste politiche americane stanno portando Sempre piú nazioni a creare loro sistemi di comunicazione, pagamento. Ció che tiene il dollaro in piedi é l’infrastruttura che gli americani controllano: satelliti, cavi, marina, aviazione. Fino a quando avremo questa infrastruttura il dollaro continuerá ad essere dominante.

La Guerra é un rischio serio, viene condotta attualmente con armi asimmetriche come conflitto di proxy (Ucraina), guerra digitale e uso di droni. la guerra segreta é preferita a quella aperta in quanto é meno costosa economicamente e politicamente. La guerra é un mezzo per assicurarsi risorse naturali a basso prezzo.

A cura di Michael Fox

Per Segnidalcielo.it

—————————

Segnidalcielo © Copyright 2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...